curvasup
rena
titoli
museo carnevale verona
Storia del Bacanàl dal XVI al XIX secolo
cartolina baccanal
Fine '500 - Stampa alegoria del Carnevàl Veronese
cartolina
1700 - "Festa del Bacanal del Gnoco"
cartolina
Primi '800 - Particolàr de una stampa carnevalesca
"Il palco dove venivano distribuiti gli gnocchi" in Piassa San Zén
cartolina
Fine '800 - Papà del Gnoco in Piassa San Zén
cartolina
Arente la Césa de San Procolo el Mausoleo de Tomaso Da Vico- “Thomas Vicus Philosoph, Medicus et inter rarissimos praeclarus, hic et in his se jussit claudi lapidibus hoc asserens si vixi, resurgam. anno MDXXXI”.
La Tàola dei Pitòchi
Vegnéa invità a magnàr a la tàola, 12 pitòchi del quartièr de San Zèn a spese del’abate e dei signori del tempo.
Tomaso Da Vico
Tomaso da Vico l'era un famoso medico, 'na pàrsona a la màn, abitante ne la contrà de San Pièro Incarnario. L'era considerà tra le personalità più importanti de la vita publica de Verona come ne dimostra la famosa "cavalcata", andòve l'era presente in compagnia de "gentiluomini" e "prelati" par 'nar incontro al novo vescovo de Verona G.Giberti che vegnéa su da Roma. Quando l'è morto, secondo testamento l'à lassa una fortuna par far ogni ano el carneàl e darghe da magnàr a la pora zènte. Tomaso, l'è da considerarse quèl che l'à inventà o g'à dato nova vita al nostro carneàl?
Tomaso Da Vico, el so Testamento, vero o falso?
Semo sicuri che el nostro carneàl el vegna celebrà grassie a Tomaso da Vico da 500 ani? Nel testamento presente a l'archivio de Stato de Verona, se lèse, che nel marso 1531, vién messo nero su bianco el testamento dal notaio S.Dalla Mano; du mesi dopo el vién leto da parte del fiòl del notaio. Tegnémo conto parò, che secondo la tradissión, el 15 dugno 1531, gh'è stà la rivolta in Piassa San Zèn e che Tomaso da Vico l'era tra quèi che l'à distribuì i vari ingredienti par far i gnochi. Ma lu in qul giorno l'è morto da molti mesi. No risulta che vegnesse lassà qualcosa ai sanzenàti ma come unico erede el fiòl Marcantonio mentre la sepoltura no la dovéa èssar a San Procolo ma dai Canonici sora Verona. In più, par farla completa, nel testamento, no gh'è scrito da nissuna parte, la parola "carneàl".
1° CAPITOLO
Dal XVI° al XVI° secolo, dipinti e curiosità vai
2° CAPITOLO
Dipinti del '700 de Marco Marcola (1740-1793) vai
3° CAPITOLO
Le cartoline da l'800 in avanti vai
4° CAPITOLO
Manifesti dal 1869 vai
5° CAPITOLO
Le tri màscare pì véce de Verona vai
6° CAPITOLO
Foto del Papà del Gnoco e la so corte vai
7° CAPITOLO
El Ducato de Santo Stefano vai
8° CAPITOLO
Principe Reboano del Riòn dei FIlipini vai
9° CAPITOLO
I pi bei caréti da l'800 ai primi ani '50 vai
10° CAPITOLO
Le riviste, i giornài del carnevale veronese vai